Cerca

Un esperimento di biologia

Un esperimento di biologia

Estrarre il DNA potrebbe sembrare un’operazione spaventosamente complessa, da relegare ai laboratori super attrezzati della polizia scientifica o degli istituti universitari. Nulla di tutto questo. Anche in cucina possiamo facilmente estrarre il nostro stesso DNA a partire della salive. Come? Ecco una ricetta veloce, ma presto ritorneremo sull’argomento. Intanto, se ci provate, inviateci i vostri risultati con le fotografie! Le pubblicheremo su questo blog e sui fascicoli di Scienza&Tecnica Pratica.

Ingredienti: un barattolo basso di vetro trasparente, sale fino, sapone liquido per lavare i piatti, succo di pompelmo e alcolici (per esempio disinfettanti, rum, vodka, ecc.);
Il primo passo consiste nello sputare nel barattolo di vetro e poi aggiungere una presa di sale sopra esso. Quindi, aggiungere un poco di sapone liquido, un po’ di succo di pompelmo e qualche goccia di alcol. Quindi mescolare.
I filamenti bianchi che si osservano sulla parte superiore della miscela sono il vostro DNA.
La saliva contiene cellule che hanno al loro interno il DNA. Il detergente viene utilizzato per attaccare le membrane che proteggono il DNA.. Il sale denatura il DNA e lo fa precipitare, mentre il succo di pompelmo neutralizza le proteine che potrebbero attaccare il DNA.

Per ora così, ma presto, su Scienza&Tecnica Pratica, un analogo esperimento nei dettagli!

(Foto: la struttura del DNA riprodotta al Museo della Scienza di Valencia)

Post collegati

Lascia un commento